Note di rilascio dinamiche

Questa pagina è un riassunto delle Note di rilascio e verrà aggiornata solo dopo ogni rilascio. Leggere le Note di rilascio per intero su aptosid.com oppure nel Live ISO oppure installare aptosid-releasenotes.

Note di rilascio per aptosid 2013-01 Ἑσπερίδες - Hesperides

New features in aptosid 2013-01 Ἑσπερίδες - Hesperides, are in particular kernel 3.9 and numerous integration and stabilisation fixes. Special focus has been cast upon improving system compatibility with various UEFI systems and the Ivy-Bridge architecture; basic Haswell support should now be complete. Kernel 3.9 doesn't only improve and stabilise hardware support for newer devices, it also improves powersaving approaches for libata targets, modern sound drivers and multi-head environments with AMD/ ATi radeon graphics cards

Intel Ivy-Bridge graphics profits from improved DisplayPort support, while nouveau has gained initial fan-control for NV40 and NV50 chipsets (GeForce 6xxx/ 7xxx/ 8xxx/ 9xxx/ 1xx/ 2xx/ 3xx). The radeon driver for AMD/ ATi graphics cards has gained support for the Oland (Radeon 8500/ 8600 series) chipset generation and Richland APUs.

On the file system side CIFS now support the SMB 2.0 and SMB 2.1 protocol, while the mdadm layer can now pass through TRIM support. A new development is the dm-cache target, which allows using SSD storage to speed up hard disk access.

Atheros AR5523 support has now been merged officially, while Broadcom has added initial support for BCM43224 to brcmsmac. A new driver has become available for the Realtek RTL8723AE wlan chipset and r92su replaces the staging rtl8712u driver for the Realtek RTL8188SU/ RTL8192SU chipsets. With iwlmvm, Intel provides the first IEEE 802.11ac driver for their IWL7xxx wlan chipsets, as Atheros and Wilocity contribute a 60 GHz (WiGig WBE) drivers for the QCA WIL6210 generation.

GPT and UEFI reliability have been improved, which allows hard disks exceeding 2 TiB and their use for booting on new systems using UEFI instead of the traditional PC-BIOS. Particular emphasis has been cast upon improving UEFI support on various hardware platforms and to avoid bugs in the varying firmware implementations, both upstream and in aptosid.

As usual, a large number of individual functionality enhancements and bug fixes have been applied to the full package line up and aptosid's own packages, in order to improve the general distribution infrastructure.

Although this release happens in close temporal proximity to the Debian 7.0 "wheezy" release, it is still based on Debian sid as of this day and is not meant or suited as an alternative way to install "wheezy". Many security sensitive packages in aptosid (Debian sid) already sport a higher version number than their corresponding version in "wheezy" or are even uninstallable in a "wheezy" context.

aptosid after the 'freeze'

Now that Debian 7 Wheezy has been released, the version freeze that reached up to sid will be lifted again within the next few days. Given that there are a number of high impact changes (KDE 4.10.2/ kdepim2, xserver-xorg-core 1.14.0, udisks2, grub2 2.00, etc.) staging in experimental and are just waiting for the freeze to be lifted, the following 2-3 weeks might be slightly more vibrant and potentially less coordinated than usual in regards to package updates from Debian, therefore we recommend a little caution during dist-upgrades. This might involve checking for eventual upgrade warnings on aptosid.com or to wait a few hours if KDE 4.10 or X.org are among the upgrading packages for experiences from advanced users. Please be aware that it might not always be possible to react in time, now that Debian employs four mirror pushes a day.

We'd like to thank our sponsor Webtropia (part of myLoc managed IT AG), who provides hosting for our development– and web infrastructure. The servers from myLoc managed IT AG provide a proper technical solution for our needs, running our own server variant of aptosid.

Our special thanks go to the aptosid art- and manual teams and especially webtropia.com and all mirror hosters for their efforts regarding aptosid.

Passiamo agli argomenti interessanti, ad esempio cosa c'è dentro questo nuovo rilascio di aptosid:

Domande poste frequentemente (F.A.Q.)

Installazione

Si raccomanda di impostare la tastiera, la localizzazione e il fuso orario prima di avviare un sistema live destinato alla installazione mediante la selezione dai menu ottenuti premendo i tasti [F2], [F3]. In questo modo le impostazioni della localizzazione si propagano a tutto il sistema installato e non richiedono impostazioni manuali in diversi punti.

The 64 bit 'amd64' editions should be preferred on modern hardware supporting it.

device mapper/ LVM2/ mdadm/ cryptsetup

A long-standing issue with Debian's initramfs integration for various device mapper based targets, like lvm2, mdadm or cryptsetup, might be triggered more likely due to minor timing changes in recent kernels. "rootdelay=1" as kernel parameter can be used as a temporary workaround for affected systems not finding the rootfs on top of a device mapper backed block device; in rare cases it might be needed to increase the rootdelay further. This setting can be added on the fly from the grub2 boot menu or be made permanent by adding it GRUB_CMDLINE_LINUX in /etc/default/grub and running update-grub afterwards.

efi_no_storage_paranoia

Starting with kernel 3.8.5, the kernel refuses to write efivars if their free space drops below 50% in order to avoid damage to broken Samsung systems. As this also affects updating existing efivars (like grub-efi boot entries, BootOrder or BootCurrent/ BootNext) on existing systems, it is suggested to remove bogus data (older kernels dumped kernel logs in pstore needlessly) from pstore.

mount -t pstore -o kmsg_bytes=8000 pstore /sys/fs/pstore/
# rm /sys/fs/pstore/*

Due to the nature of various UEFI garbage collector implementations on existing hardware, it might be required to go through a full (non-kexec) reboot, before pstore contents become visible — and another full reboot before the garbage collector actually frees up the space for efivars. Starting with aptosid 2013-01 "Ἑσπερίδες - Hesperides ", pstore is cleared unconditionally during each boot of the live media!

On some hardware, efivars is always more than 50% full starting from the factory settings, for these cases it might be required to supply "efi_no_storage_paranoia" as kernel parameter to live- and installed (GRUB_CMDLINE_LINUX in /etc/default/grub) system; using this kernel parameter might be dangerous on broken UEFI implementations, please use with care.

isohybrid

Con isolinux che supporta gfxboot, è possibile usare isohybrid, che permette di scrivere una ISO direttamente su un disco USB o una memoria sd/ sdhc/ mmc per renderle avviabili. isohybrid aggiunge una MBR alla ISO e imposta una tabella delle partizioni con un ingresso attivo, la partizione contenente la ISO. Ciò permette di scrivere le ISO di aptosid direttamente su dispositivi USB di memoria sdhc in aggiunta alla ben nota possibilità di usare "install-aptosid-to-usb" (install-usb-gui). Questa opzione è particolarmente utile se non sono disponibili installazioni di aptosid e se serve creare un dispositivo di installazione a partire da un'altra distribuzione o un altro sistema operativo E'importante notare che questo metodo sovrascrive l'intero disco USB e restringe lo spazio disponibile alla dimensione della ISO di aptosid; install-usb-gui invece non è soggetto a queste limitazioni e perciò è l'opzione raccomandata in caso sia disponibile un sistema pre-esistente aptosid. Ulteriori partizioni possono essere aggiunte per permettere l'accesso a parti non usate del disco.

cat /path/to/aptosid-*.iso > /dev/USB_raw_device_node

Ulteriori informazioni circa l'installazione di aptosid sono disponibili a aptosid manual a opzioni di installazione.

Impostazioni per Wireless regulatory domain

Il regulatory domain framework per le schede wlan basate su cfg80211 richiede l'installazione di crda e di dargli il permesso di accedere ai canali wireless sopra il canale 11 (2.4 GHz o i loro 5 GHz equivalenti); senza crda sono disponibili solo i canali "world domain" (channel 1-11).

apt-get update apt-get install crda

Avviare aptosid da Rete

E' supportato l'avvio di aptosid via rete su PXE (Preboot Execution Environment) e NBD (Network Block Device), le impostazioni necessarie possono essere configurate nel menu di avvio tramite il tasto [F4]. Le instruzioni su come impostare un boot server PXE+NBD di esempio si possono reperire a aptosid netboot introduction e nel manuale; Avviare aptosid tramite rete.

Avviare con UEFI

E' stato aggiunto un supporto preliminare per l'avvio con UEFI alla versione amd64 di aptosid 2011-02 "Ἡμέρα". Mentre la Graphic User Interface del programma di installazione non è ancora stato finalizzata, il bootloader sarà un programma EFI installato in /efi/aptosid nella "partizione di sistema EFI" e montato sotto /boot/efi/ nel sistema installato, purché sussistano le seguenti condizioni:

Al momento aptosid offre l'avvio UEFI solo per le sue edizioni a 64 bit (amd64), mentre non sono attualmente supportati i 32 bit UEFI (come certi vecchi sistemi Apple) .

Please also refer to "efi_no_storage_paranoia" above.

Dispositivi UEFI removibili e avviabili

Per creare un dispositivo avviabile UEFI, come una penna USBk, si può estrarre il contenuto di una ISO aptosid in una partizione formattata in vfat e marcata come avviabile. Opzionalmente questo media rimovibile può anche essere reso compatibile con un avvio PC-BIOS installando un bootsector tradizionale in aggiunta al bootloader EFI (supponendo che /dev/sdz1 sia la partizione di destinazione sulla penna usb):

syslinux -i -d /boot/isolinux /dev/sdz1
install-mbr /dev/sdz

Microsoft UEFI Secure Boot

There are currently no plans to support Microsoft UEFI Secure Boot. In order to allow dual-booting with other operating systems, this option needs to be disabled in the system firmware. Toggling this firmware setting does not break the installed operating system.

Localizzazione

Una speciale caratteristica della versione kde-full di aptosid è la possibilità di selezionare altre lingue oltre al Tedesco o all'Inglese dal menu di grub all'avvio (F2), che automaticamente imposta le localizzazioni per il desktop e molte applicazioni durante l'avvio. Questo fa in modo che le localizzazioni siano presenti anche dopo l'installazione del sistema e venga installato solo la lingua richiesta. La quantità di RAM richiesta per questa caratteristica dipende dalla lingua scelta; aptosid potrebbe rifiutare automaticamente di installare il pacchetto della lingua in caso di RAM insufficiente; in questo caso la sequenza di avvio continuerà in inglese ma senza le impostazioni locali (formato di valuta, data/ temp, caratteri della tastiera). 1 GB di memoria o più si suppone sia sufficientemente sicuro per tutte le lingue supportate, che sono:

La selezione delle lingue dipende dalla disponibilità della traduzione del manuale in una data lingua. Entrate nel gruppo di traduzione per aggiungere la vostra lingua. Le lingue che sono andate sotto il livello di completezza di traduzione aggiornata per l'inclusione nella distribuzione, sono al momento:

C'è urgente bisogno di aiuto per riaggiornare le traduzioni di queste lingue e riportarle ad un livello di completezza adeguato.

Consigli per chi fa dist-upgrade:

aptosid lavora molto per fornire un aggiornamento da debian e dai pacchetti propri di aptosid il più possibile automatico, tuttavia rimangono alcune cose che potrebbero essere migliorate con una interazione manuale.

Pacchetti Obsoleti

Dato il continuo sviluppo di aptosid, un certo numero di pacchetti sono stati rimpiazzati da migliori alternative o perchè sono diventati ridondanti.

Pacchetti di transizione o librerie obsolete possono spesso essere identificate da "deborphan". Anche se questo strumento è molto comodo per la pulizia del sistema, i suoi risultati devono sempre essere controllati prima di utilizzarlo come input per la rimozione di pacchetti o librerie.

$ deborphan

Il seguente comando permette di trovare pacchetti non disponibili da qualsiasi repository attivo e può suggerire pacchetti obsoleti; fare attenzione riguardo ai pacchetti installati in modo manuale.

$ apt list 2>/dev/null | awk -F '/' '/installed,local/{print $1}'

Come partecipare

E' facile essere coinvolti in aptosid, basta raggiungerci nel nostro Forum o meglio su IRC (irc.oftc.net, port 6667, channel #aptosid) e discutere le vostre patches / proposte o aggiunte.

Saremo felici di discutere qualsiasi patch o contributo dfsg-free, specialmente riguardo a gestori di finestre alternativi (GNOME, LXDE), attività di ripulitura generale o traduzioni / localizzazioni.

Roadmap:

Vi preghiamo di comprendere che la tabella di marcia che segue è una stima approssimativa per quanto riguarda il nostro programma di rilascio che è soggetto a modifiche in quanto influenzato dallo stato di Debian sid, dai principali componenti del sistema come X.org, KDE, il kernel linux e dal nostro lavoro di sviluppo personale.

Ultima revisione 13/05/2013 1520 UTC